Mi chiedo cosa ci faccio qui. Non appartengo a niente e nessuno. Ho solo dei libri, delle pedalate, della musica che mi fanno da clessidre. I giorni mi passano addosso senza sussulto. C’è rassegnazione e solitudine intorno a me anche se sono piena di vita e non sono sola. Guardo vecchie foto e comprendo di non averci niente a che fare, mi prende come un senso di estraneità verso il passato, verso il presente. Non è la vita che volevo, nom ho sogni convincenti per cui combattere. Non sono mai stata una vincitrice. Questa sensazione di sopravvivere piuttosto che di vivere mi fa male. È una malattia a cui non ho rimedio .

image