E poi ci furono applausi scroscianti, qualcuno in piedi ad acclamare, gli artisti a inchinarsi. Le luci soffuse iniziavano a farsi, i drappi rossi a stendersi ma nei pensieri restavano ancora tra le pieghe battiti su quanto dal palco mi era arrivato dritto come un tuono nello stomaco. La calca rumorosa di spettatori si avviava chiassosa all’uscita, di fronte a me sul palco ogni elemento era in rapido disastellimento ed io restavo a guardare lo spazio farsi rapidamente vuoto fino a ritrovarmi tra le poltrone blu. Mi alzai leggera e curiosa, arrivai al palco nudo, annusai l’odore di legno e un vento di nostalgia mi scosse l’anima, lo accarezzai come si sfiora una cicatrice. Mi annodai la sciarpa e lentamente mi avviai all’uscita quando sulla sinistra notai un barlume, gli andai incontro arrivando così alla cabina del suono dove il tecnico stava riponendo via cavetti e strumenti. Si voltò, mi guardò con gli occhi colmi di luce, due scintille nel buio. Avevo la strana sensazione che fossero occhi familiari e al tempo stesso nuovi. Mi sussurrò un” ciao” abbastanza ravvicinato da sciogliermi pur continuando a fissarlo. Mi prese il polso e disegnò piccoli brividi sulla pelle, entrambi ci chiedevamo in quale altro luogo ci eravamo già capitati. Mi tirò a sè e io affondai la mia lingua nella sua bocca, bagnai il suo collo delle mia saliva e del mio desiderio. Le sue mani correvano sotto la mia gonna, le mie dita tra i suoi denti, attraverso i collant sentivo le sue dita in cerca di un’onda perfetta tra le mie gambe. Rapidamente mi sbottonò la camicetta e io infilai le mani nei suoi jeans. I suoi denti succhiarono le mie punte turgide, sangue e saliva si miscolarono in baci e morsi fino a cedere tra cavetti e microfoni e nella sua mano farmi tempesta. Echeggiai il suo nome nell’impeto del piacere e per un istante il teatro risuonò di noi due. Poco prima dell’alba ci rivestimmo di maglioni, intimità, ordinaria quotidianità con dei segni addosso che avremmo ripassato nei giorni successivi con un sussulto di complice intensità.

cbmxkoawaaagkz2