Una gioiosa tempesta. Ecco cosa mi riservano i tuoi occhi dopo tanto, tanto navigarsi.
Correre fino a consumare le lacrime e poi ritrovare il respiro che si credeva smarrito(foto di strade buie, luna immensa, fiati corti)
Tu che mi impari a memoria e scolpisci brividi viaggiandomi.
Come sono calde le lacrime silenziose della rassegnazione.
La strana consapevolezza tra libertà e asfissia di essere davanti a un bivio da cui non si torna indietro.
Di quante tempeste è fatto ogni nostro abbraccio nemmeno il cielo lo sa. E’ nel segreto dei tuoi occhi la risposta.
Tu sei la mia musica che si insinua nella densità dei giorni e rende i respiri brividi, fino a vestirmi solo di te.

czf0m6awqaenphi