Di ogni scalino salito col tremore dei corpi, di ogni piccola grande battaglia fatta per averti al mio fianco, di ogni stupore con cui mi vestivi e con cui ti brillavo negli occhi, di ogni km fatto per un abbraccio, di ogni cm percorso per un appartenersi, di ogni sogno fatto divenire realtà, di ogni storia che non era più necessario inventare perchè la realtà era migliore di ogni immaginazione, di ogni foto scattata fra le nuvole di un aereo, di ogni musica che rimbalzava sulla pelle, di ogni sguardo malato che iniziava a inquinarci i respiri, di ogni valigia lasciata in giro con un pezzo di cuore, di ogni passo che si stancava di rincorrere l’inizio per evitare la fine, che ne faremo?

Ma io ti ho amato all’inverosimile, ci ho creduto prima che i giorni rotolassero via e inciampassimo

ccxn_yqw8aaprys