La prossima volta netti, chiari e trasparenti che di enigmi ho già la giornata arruffata.
C’è un vento che ulula e confonde la mia fame di baci. Resta solo la voglia di chiudere gli occhi in un tempo sospeso.
Ho abusato di me, del mio tempo, della mia tolleranza, della mia forza.
E poi verbi bellissimi anche se difficili, pieni di vita, timori, vertigini ma irrinunciabili.Come “ricominciare”
Voglia di passeggiare una sera qualsiasi fra le luci di Via Margutta e liberare la primavera che dentro impollina.
E se fosse un film certe sequenze le farei diversamente, magari sbagliando ancora e ancora…
Quei due erano comprensione, attrazione, possibilità: l’alchemia dell’essersi trovati li stupiva sempre.

cc0ibijw8aa4p18