offrire la schiena senza difese alla scrittura dei giorni e di eventi pur di ascoltare la propria voce
Non resisto e mi volto indietro, perché mi mancano le tue ali sulle mie spalle per farmi volare, per proteggermi
Improvvisamente momenti in cui prendersi era un gioco,viversi un fluire senza etichette,l’ indispensabile che eri
Quei due sanno che nella strana giostra che le storie fanno tra sfuggirsi e afferrarsi non si perderanno mai.
Verbi meravigliosi: tenersi. Senza tempo, senza durata. Non importa dove. Tenersi e sentirsi unici.
Non sono cicatrici nè ferite d’amore questi segni sull’anima.Piuttosto alfabeti da decifrare e miscolare per la chiave dei “sè” e dei “se”.
Voglia di cogliere attimi in libertà, riguardarli e scalpitare ancora.
Vaniglia e zenzero tra i capelli e le tue mani che mancano fra i ricci.
Sport estremi del venerdì sera: abbandonarsi all’arrendevole dolcezza nelle corde che vibrano.

ce0ts7xxeaaaza7