La mia è una costante voglia di innamorarmi. Di un film, di un’idea, di un paio di occhi, di un libro, di una narrazione, di un luogo. E’ quella sensazione del cuore a mille, delle piccolezze che divengono ossessioni, della splendida altalena dei batticuori, di quel dare ogni parte di sè per qualcosa che succhia e in cui si crede. E’ un po’ una malattia, una visione del mondo che confonde e rende strabico l’orizzonte. Perchè capita certe volte di sovrapporre momenti e allora di dare un volto e mani alle sensazioni, il curoe si lancia a mille in un volo primordiale, poi con o senza cadute tornerà a sporcarsi di terra, ne varrà la pena sempre, anche se è stato solo un miraggio.

chlnx2qwuaa-ixz