Ho bisogno di qualche sì giusto per scaldare le spalle esposte ai dubbi.
Mi cullano le onde a levigare spigoli di paure. La nitidezza sulle cose è una conquista goccia dopo goccia.
Troppo tempo sprecato nei baci omessi che resteranno da espiare in ciò che non abbiamo osato pur desiderando
Di mille stelle blu e trasparenti luccicanti di gioia senza molte spiegazioni vi auguro la notte
Sono ancora giorni di pioggia, di aria fredda, di stagioni immobili, di primavere inventate sulla pelle
Reciso dall’incomunicabilitá il filo di perle della possibilità, rotola via la collezione dei nostri futuri.
Buoni propositi del mattino: lasciare entrare la luce da quelle fessure che a volte chiamiamo cicatrici.
Un rincorrersi di schiuma un’emozione dopo l’altra.

cltcyvcxiaavypp