C’è una fetta di pane integrale con un tocco di marmellata e più distante una tazza colma di cereali. Poi ci sarà del caffè, macchiato per uno, totalmente nero per l’altra. Nell’aria chiacchiere senza molto di rilevante, quotidianità che alla spicciolata finiscono nelle briciole della colazione. C’è un’alchemia di ricordi e desideri in quel soffio che arriva da Parigi fra il burro e la baguette. In sottofondo gli occhi si sussurrano certi “mi manchi”, di quelli che sanno di aria necessaria. Ci si pulisce le labbra portando via lo zucchero, il caffè, la malinconia e la paura di osare non col tovagliolo bianco rigato di blu bensì con un bacio coraggioso e in piena sintonia. In quello schiudersi di labbra il nuovo giorno sembra la vita nuova che ci aspettava.

k13654326

Salva