Riflessioni sul social reading “Il cammino della comunhità” di A. Olivetti

DOpo 7 anni dalla sua promulgazione si mette in discussione l’applicabilità della Costituzione stessa. #Comunitá
La decadenza di istruzione e cultura, l’indipendenza e monopolio dell’informazione, il problema case: il pre totalitarismo #comunitá
nella decadenza socio culturale lo sguardo dello straniero coglie la narrazione di ostentato illusorio apparente fragile benessere #comunitá
Riscoprire il senso profondo della #Comunitá oltre i partiti.
Lo Stato strumento per l’affermazione del cittadino e della sua libertá nel tessuto sociale: nessun uomo appartiene allo Stato. #comunitá
Dalla personalitá all’arte e la cultura che sono due forme anche di comunicazione: la #comunitá come passaggio dall’io al noi.
Il territorio della #comunitá è costituito da elementi naturalistici e da ricordi personali coniugati in valori e progetti condivisi.
Come i sigari cubani che portano nomi di opere shakesperiane perchè gli operai al lavorano ascoltavano le relative trame #comunitá
Un welfare di #comunità basato su cultura, assistenza,attività ricreativa con al centro la persona e il suo stare nella collettivitá.
Educare alla democrazia come diritto e responsabilità è elemento fondamentale dell’identità azione della #comunitá
Credere alla virtù rivoluzionaria della cultura significa portare l’arma dei libri e dell’arte in ogni luogo fino alle periferie #comunità
“La cultura dona all’uomo il suo vero potere” #comunità un pensiero imprenditoriale lontano dai nostri giorni.
il fine principale dell’educazione è educare alla consapevolezza della libertà #comunitá
la cultura è la strada che porta all’apertura solidale verso gli altri e che sa fare della differenza un valore #comunitá
è indubbio che ancora oggi la crisi della società occidentale ha ripercussioni nelle tensioni internazionali #comunitá
La creatività come risorsa per rifondare miti e valori di una democrazia più autentica e concreta #comunitá

cnrymhgw8aawpby