Al poltrire del sabato, alla lentezza fra le lenzuola, alle labbra che sanno di desiderio, ai sogni tra le dita.
Parole che amo: scompigliare. Soprattutto in accezione reciproca e/o riflessiva vd scompigliarsi.
Come una nuvola rosa impigliata tra i rami io arrossisco nei tuoi occhi.
Se nelle clessidre scorressero baci.
Di gustare ogni attimo densamente.
E poi a volte c’è una grande voglia di essere letti tra le righe, essere imparati a memoria coi polpastrelli, farsi frugare il cuore.

crajylawcae3ph0