Al poltrire del sabato, alla lentezza fra le lenzuola, alle labbra che sanno di desiderio, ai sogni tra le dita.
Parole che amo: scompigliare. Soprattutto in accezione reciproca e/o riflessiva vd scompigliarsi.
Come una nuvola rosa impigliata tra i rami io arrossisco nei tuoi occhi.
Se nelle clessidre scorressero baci.
Di gustare ogni attimo densamente.
E poi a volte c’è una grande voglia di essere letti tra le righe, essere imparati a memoria coi polpastrelli, farsi frugare il cuore.

crajylawcae3ph0

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...