Ti avrei lasciato scrivere in ogni angolo fra il respiro e l’abbraccio tutta la tua sete di vivere.
Ho solo bisogno di lentezza e di un attimo di distrazione. Poi ricomincia il resto.
Per il resto sii dolce e clemente, Ottobre, regalaci lo stupore di qualche piccolo prezioso imponderabile “ce la possiamo fare”
E poi sai quel sorriso del cuore che mi strappi ogni volta quando mi fai essere splendidamente e niente altro che me stessa.
Scivolando nella notte tra sogno e realtà, ricordi e desideri, in uno spogliarsi di anime e di brividi.

curtlscxgaegjsw