E dopo 5 anni finisce così: molti abbracci, qualche lacrima, “ti voglio bene” sussurrati e “ciao maestra”

Carissime alunne e carissimi alunni,

questa mia lettera è per ringraziarvi degli straordinari anni trascorsi insieme, ben cinque! Sono davvero felice e soddisfatta di questo tempo condiviso, un tempo gioioso, impegnato, pieno di cose belle e di altre difficili, nella vita fra i banchi e fuori dai banchi e che abbiamo affrontato insieme. Vi sono grata per tutti i momenti trascorsi, per le parole che ci siamo detti e per quelle che abbiamo ascoltato, per la forza dei vostri sorrisi e dei vostri dubbi. Da voi ho imparato tantissimo come maestra, come donna e come mamma: mi avete insegnato molto giorno dopo giorno, con le nostre lezioni, con le nostre conversazioni. Tutto ciò mi ha estremamente arricchito come persona e come docente. Ve ne sono grata, dal profondo del cuore.

Mi sono sentita veramente a casa con voi, pur mantenendo il ruolo di “regia didattica” in un ambiente di apprendimento che ho cercato di rendere stimolante, affettivo, volto solo a due obbiettivi: farvi stare bene e fare in modo che ognuno di voi potesse tirare fuori il meglio come persona e come studente. Ogni cosa è perfettibile, ricordatevelo! Certe cose si potevano fare meglio o diversamente, ma oggi vi guardo muovere i passi nel mondo e sono orgogliosa di voi e del lavoro fatto insieme.

È sempre strano quando arriviamo a salutarci dopo un’avventura così preziosa ma so che niente e nessuno si perde: se avete bisogno, sapete dove trovarmi, potete scrivermi, cercarmi io ci sarò sempre. Chi si incontra non si perde mai perché quando le relazioni sono così ricche ogni persona diventa parte di noi, di quel che siamo.

Vi aspetta un futuro nuovo, pieno di strade importanti, di sfide belle, di nuove conoscenze: godetevelo pienamente, non arrendetevi, coltivate l’affetto e la gentilezza, date spazio alla voglia di sapere, applicatevi nel praticare i vostri doveri e nella difesa dei vostri diritti, sempre e con chiunque. E ricordatevi che insieme è meglio che da soli, come avete sperimentato ogni giorno qui, nella nostra aula.

Vi chiedo e vi auguro di mantenere sempre, e sottolineo, sempre queste tre cose che hanno fatto di voi una classe eccezionale: siate curiosi, rispettosi e innamorati della vita.

Vi abbraccio e non smetterò di farlo nemmeno da lontano.

Con grande affetto per voi e per le vostre famiglie

Torre del Lago, Giugno 2017

db5ozxnxgaa_ffz

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...