Auguri Cinema

28 dicembre 1895 prima proiezione dei fratelli Lumiere. Auguri cinema. 122 anni di meraviglie.

c0xv1dcxeaaqcx2

Annunci

Vibrante magia

Natale è quel periodo di aria festosa fatta di partenze e ritorni, di luci e parole, di ricordi da frugare nelle scatole degli addobbi, come Benjamin che ogni anno cerca la decorazione del suo primo Natale. Al di là del significato spirituale che ognuno sceglie di dare, è il momento dei conti da chiudere e degli orizzonti che si aprono, del ritrovarsi ma anche delle assenze che a tradimento mancano di più, dei desideri che si fanno più forti. Superata la magia del momento dell’infanzia, può sembrare tutto molto buonista, consumistico e poco autentico. Solo con il tempo si riesce talvolta a goderselo nuovamente, come un momento per fermarsi e essere grati di tutto ciò che c’è e di tutta la voglia che si ha di avventurarsi nei giorni che verranno e lasciarsi andare fino a risentire vibrare il tocco di quella antica magia.

Specchi

Il caffè è il primo specchio del mattino dove si riflettono intenti luminosi e ombre
Caldo, sole, frutti maturi, una lunga estate che continua a baciarci.
E poi arriva la sera dove basta stringersi di più per ritrovare un soffio di luce, di coraggio, di vicinanza.
Il sonno di chi si ama è quel momento in cui estasiati si osserva, provando a entrare nei suoi sogni.
Per spogliare l’anima, invece, occorre un’ alchemia di stupore, avventura, coraggio e dolcezza, solo così la pelle risuona.

dmfa9_xwsauamtg

Controvento

Negli abissi degli occhi ci sono storie e emozioni che poche anime sono in grando di decifrare
Freddo addosso. Freddo che non si toglie. Freddo improvviso. Freddo che accende la voglia di calore e ferma i pensieri per essere guardati.
Ma che ne sa poi la ragione delle carezze controvento che inattese scuotono le emozioni in un lieve sfiorarsi?

dlomcu0xuaebnsw

Cristalli e memorie

Il caffè del primo pomeriggio, quello in cui si diradano storie lette, sognate, ascoltate e lette negli sguardi attraversati.
La musica di sera avvolge e fa stare bene, fra un tasto e l’altro delle troppe distanze.
La domenica e il tempo della dolcezza, degli spazi ritrovati, della luminosità speciale di chi ci sta accanto, ovunque sia.
Ormai ho imparato a memoria le parole con cui pensavo di aver cristallizzato quel momento di noi. Eppure scalpitano come ali ribelli.
Abitare in certe mani, ricordarsi cosa davvero conta e chi siamo, fare delle lenzuola pagine da scrivere con la trasparenza delle emozioni.

dlfwloqx0aex2fr

L’amore e la dignità

C’è il non arrendersi, ci sono il cuore e la ragione e poi c’è l’onestà intellettuale.
C’è la pioggia inattesa col suo battito ancestrale a far ricominciare giorni di punti a capo e epiloghi.
Estrema gratitudine a chi risveglia l’amore e la dignità per se stessi.
Istanti come fotografie da sfogliare nei ricordi o da immaginare come desideri.

dlzvr5gwaaapwos

 

Ali e vortici

Nel vortice degli eventi spalancare le ali, sopraelevarsi e respirare libertà.
Si sarebbe lasciata scrivere addosso ogni respiro pur di abitare in quelle mani dove era completamente se stessa.
Stato dell’arte: piedi in cerca di baci dove fermare i passi.
Bastano occhi accoglienti e penetranti per prendere il volo sulla curva del cuore.
Svegliarsi con l’intenso profumo di vaniglia che dai sogni porta alla realtà e abitare i desideri sparsi nei cinque sensi.

dlwm53bx0aaxtwo

Zenzero e miele

Zenzero, limone, miele, foulard, vestiti confusi, brividi, voce bassa, nuove voglie: effetti pervasivi dell’autunno a rilascio graduale.
Dare il nome alle cose serve per farsi una geografia mentale degli eventi e delle emozioni e in qualche modo proseguire il viaggio
Inizia così l’autunno: con il caldo che aumenta la sera e accende i falò dei pensieri.
E quando meno te lo aspetti sembra di nuovo estate: caldo, luce e voglia di avventurarsi.
Di queste giornate intense resta la sensazione di sentirsi a pezzi, non fisicamente ma in mille altrovi e pensieri.

dkb8u5jxkaeh8tb

Preavvisi

Vorrei stare in quello spazio dei tuoi occhi sempre, quel luogo in cui mi sento davvero libera.
Giorni di traslochi, di cambiamenti e rivelazioni, di occhi che si aspettano. Controluce la trasparenza rifulge-
Dopo la tempesta c’è sempre uno spiraglio da cui scrutare l’orizzonte.
anche nel rovescio delle cose ci sono prospettive interessanti, verità importanti e possibilità che si schiudono.
L’estate orgogliosa e senza respiro se ne andò in anticipo sul biglietto di ritorno, come certe passioni che scivolano via senza preavviso

dji_kbtwsaaskil